CP

This 20-year old, unpublished short story is dedicated to my friends in New York, the city where I lived and worked from the age of 21 to the age of 27. It’s the voice of a father describing to his daughter the city that was, while rowing through its flooded streets, now canals lit from below. Dated 1993.

CARLO PIZZATI

Venezia è sparita. Questo tu lo sai. Blub, blub, blub.
Il ghiaccio si è sciolto, su al polo nord, giù al polo sud, e in tutto il mondo la marea si è alzata di 35 metri. Lo avevano previsto ed è accaduto.

Niente Florida, le spiaggie adesso sono alle pendici dei monti Appalachi, in Georgia, le Montagne Rocciose fermano il Pacifico.

Quando sei nata la marea era già salita di 19 metri. Qui adesso vedi solo degli spuntoni di cemento, pensi che questi siano dei canali dove è facile andare in barca a vela perchè il vento è vigoroso, invece erano strade.

Le luci sono ancora accese, laggiù. Se guardi bene ti accorgi anche delle scritte.

Qui stiamo navigando sulla Quinta Avenue. Là c’era un negozio di giocattoli che ti sarebbe piaciuto, di fronte a un grande albergo, proprio all’inizio di quello che era Central Park.


Il palazzo si vede…

View original post 1,247 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s